Chiffon Cake profumata al limone

Ho pronta da giorni la ricetta di questa torta che amo moltissimo e avrei voluto inserirla prima nel blog, ma ho avuto giornate pienissime quindi eccomi qui soltanto ora. La Chiffon Cake è una torta dall’aspetto semplice ma sontuoso, i suoi volumi sono accoglienti e fanno desiderare di farci un tuffo tanta è la morbidezza, amo questa ciambella a partire dallo stampo che si utilizza per cuocerla, uno stampo che mi ricorda quello ammaccato di mia nonna che però sfornava la merenda migliore che una bambina potesse desiderare e la desideravi già dal profumo che si respirava in tutta la casa.
Mentre la guardavo crescere nel forno ho pensato e ripensato a come decorarla o farcirla, ma alla fine l’ho amata così, nella sua semplicità e “vestirla” di solo zucchero a velo mi è parsa la scelta migliore. Se non l’avete mai provata non sapete cosa vi siete perse, munitevi dell’apposito stampo con piedini e toglietevi questa soddisfazione! 🙂 Al link trovate quello che utilizzo io.

©Roberta Nozza fotografia

INGREDIENTI a per stampo da Chiffon Cake 26 cm

300 g farina Manitoba

300 g zucchero semolato finissimo

130 g olio evo

180 g acqua tiepida

6 uova grandi

16 g lievito per dolci

8 g cremor tartaro

1 limone

1 pizzico di sale

zucchero a velo q.b.

©Roberta Nozza fotografia

PROCEDIAMO

In una ciotola capiente setacciate farina, lievito, zucchero, sale e cremor tartaro. Emulsionate olio e acqua tiepida in una tazza, quindi aggiungete alle polveri amalgamando con cura, incorporate la scorza grattugiata del limone e mescolate ancora fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

A parte separate i tuorli dagli albumi, i tuorli vanno uniti al composto uno alla volta incorporando, montare a neve ferma gli albumi quindi aggiungerl al composto, lavorate delicatamente per non smontare.

Versate il tutto nell’apposito stampo per Chiffon Cake che NON VA ASSOLUTAMENTE IMBURRATO  e cuocete a forno statico per 75 minuti a 150 gradi, controllate sempre il grado di cottura perché ogni forno ha caratteristiche differenti.

A fine cottura lasciatela raffreddare 5 minuti poi capovolgete lo stampo sui piedini e lasciate freddare completamente, in questo modo la vostra Chiffon Cake inizierà a staccarsi dalle pareti e vi basterà sformarla delicatamente estraendola grazie al fondo rimovibile dello stampo. Spolverizzate con zucchero a velo o decorate con una glassa a piacere.

©Roberta Nozza fotografia

Sono certa che vi sarete già imbattute in altre ricette per preparare una Chiffon Cake, ma se ancora non avete provato a realizzarne una questo è il momento giusto, sono sicura che ve ne innamorerete! Va preparata senza fretta, gustando ogni momento come fosse un rituale e vi garantisco che guardarla lievitare nel forno sarà un piacere superato solo dal momento in cui la poserete sul piatto da portata in tutta la sua morbidezza.

©Roberta Nozza fotografia

Lo stampo che vi suggerisco all’inizio dell’articolo è di ottima qualità, il fondo aderisce perfettamente garantendo che non vi siano fuoriuscite di impasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: